Cilindro Europeo cos’è e cosa c’è da sapere

Le serrature a doppia mappa sono vulnerabili, essendo piuttosto datate, e sempre più spesso il Cilindro Europeo è associato al massimo standard di sicurezza per la serratura della porta d’ingresso. Ma cos’è il Cilindro Europeo? Cosa c’è da sapere? Il team di

Handyman prova a fare chiarezza sull’argomento.

Con il termine “Cilindro Europeo” si fa riferimento a uno standard dei cilindri per serratura, la cui forma è quella di una pera rovesciata. Essendo le dimensioni standard, i cilindri europei possono essere facilmente sostituibili e possono azionare ogni tipo di serratura europea.

Com’è composta la struttura di un cilindro europeo? Da un corpo in ottone, contraddistinto dalla presenza di una finitura nichelata. Da una “penna”, ossia la lamella deputata ad azionare la serratura, muovendo i chiavistelli. Da un barilotto, situato nella finitura esterna nichelata, dove viene infilata la chiave. Andando a girare la chiave, il barilotto muove il nottolino a cui è collegato. Il nottolino va ad azionare i meccanismi interni della serratura, essenziali per i catenacci e per lo scrocco. La presenza di perni in acciaio (da 4 a 7) permette il riconoscimento del profilo della chiave che, di conseguenza, può girare in entrambi i versi, essendo reversibile e caratterizzata dalla presenza di fori o scanalature della corretta combinazione. In questo modo, i perni possono essere mossi nella giusta posizione.

Vi sono poi cilindri europei di ultima generazione che prevendono chiavi con pressoché infinite possibili combinazioni: i perni sono disposti su 2 o 3 file e le scanalature sono presenti perfino sul bordo. Per rafforzare il livello di sicurezza, i cilindri europei più recenti presentano sistemi anti picking, anti bumping, anti strappo, meccanismi magnetici, trappole, placche anti trapano, chiavi con più scanalature e barre in acciaio anti spezzamento.

Leggi anche come approfondimento le migliori marche di serrature a prova di ladro.

E’ la norma UNI En 1303:05 che certifica il cilindro europeo e ne stabilisce alcuni parametri, come la sicurezza della chiave, la resistenza al bumping, la resistenza alla perforazione, la resistenza alla temperatura, la resistenza alla corrosione e la prova ciclica. Per ognuno di questi parametri, viene assegnato un punteggio.

Quello della sicurezza chiave è determinato dal numero di combinazioni possibili per chiave: il livello più alto è il grado 6, dove sono previste 100.000 combinazioni; quello più basso prevede un numero massimo di 100 combinazioni.

Per ciò che concerne la resistenza alla perforazione, il parametro tiene conto dei minuti di opposizione del cilindro alla foratura: il grado 3 indica che il cilindro riesce a resistere 10 minuti; il grado 2 tra i 3 e i 5 minuti; il grado 1 non ha protezione.

Infine, per la prova ciclica, i gradi ottenibili sono 6: il più alto, grado 6, supera i 100.000 cicli; il più basso, 4, è fino a 25.000 cicli.

Per concludere il discorso sul cilindro europeo cos’è, occorre sapere che anche a fronte di una porta blindata di massima resistenza, di un’eccellente serratura, di un cilindro complesso, la sicurezza totale (100%) che i ladri non si intrufolino in un’abitazione non esiste. Frese e frullini di ultima generazione sono in grado di distruggere ogni protezione. Chiaramente sono arnesi che costano un occhio della testa e non tutti i ladri, per fortuna, li hanno a disposizione. Per le ville isolate, noi di Handyman consigliamo di utilizzare sempre soluzioni all’avanguardia e impianti di video sorveglianza