Come scegliere un condizionatore

Se sei capitato qui, molto probabilmente è per sapere come scegliere un condizionatore, magari perché non sai come orientarti e ti servono consigli prima di procedere all’acquisto. Bene! Ecco tutto ciò che c’è da sapere e cosa valutare.
Qual è lo scopo dell’impianto? Deve solo rinfrescare l’ambiente di casa o anche riscaldarlo? Nel secondo caso, il modello che sceglierai sarà dotato di pompa di calore. Inutile dire che i costi salgono.

condizionatori torino

condizionatori torino

Stabilire il numero di locali da climatizzare/riscaldare
Rumorosità: non ci sono dubbi sul fatto che i condizionatori portatili siano più rumorosi di quelli fissi.
Certificazioni: anche nella valutazione su come scegliere un condizionatore, i titoli hanno la loro importanza. Detta in breve, più certificazioni ci sono, più il condizionatore sarà costoso, più però l’utente risparmierà in bolletta. I modelli più affidabili per sicurezza e qualità sono ISO9001, Eurovent, CE e ISO14001.
Meglio la tecnologia on/off o la tecnologia Inverter? La prima è decisamente più economica e gestisce il funzionamento del compressore con due possibilità: 0 e 1.E’ spento, una volta trovata la temperatura ideale, acceso quando è lontana da quella testata sul termostato. Il target di un condizionatore con tecnologia on/off è rappresentato da chi è fuori casa tutto il giorno e deve accenderlo solo di sera. Con la tecnologia Inverter, invece, i condizionatori hanno fatto un notevole passo avanti, visto che nel momento in cui si raggiunge la temperatura ideale, questi riescono ad diminuire la potenza assorbita dal compressore. Risultato? Non solo la temperatura viene mantenuta costante, ma vengono evitate le fastidiosissime ventate di aria fredda, presenti con la tecnologia on/off. A chi conviene il condizionatore con tecnologia Inverter? A chi ha un ufficio e a chi è spesso a casa. Su 8 ore di utilizzo, i consumi sono ridotti di quasi 30 punti percentuali. Inoltre, sono decisamente silenziosi.
Capacità di raffreddamento e Consumo energetico: sempre in riferimento a come scegliere un condizionatore, non si può trascurare la capacità di raffreddamento, espressa in kW o in Btu/h. La potenza dell’impianto è maggiore se i valori espressi sono più alti. Idem per il consumo energetico. Occorre considerare la suddetta scala: AA: ottimo; A: buono; B: più di medio; C: medio; D: mediocre; E: basso; F: molto basso; G: pessimo.
Ora sono necessarie due puntualizzazioni: la prima è che alla maggiore capacità di raffreddamento corrisponde un consumo energetico superiore; la seconda è che una classe di consumo alta comporta maggiori benefici per l’utenza. Quindi, riallacciandoci a quanto detto in precedenza le classi che vanno dalla AA alla B presentano la tecnologia Inverter.

Grazie a questi suggerimenti, ora sai come scegliere un condizionatore.